Preparazione uova

Sabato santo: una benedizione delle uova indimenticabile

Siamo nel pieno della Settimana Santa ma anche della pandemia: la tradizionale benedizione delle uova del sabato santo l’abbiamo vissuta distanti ma vicini.

E’ giunta la fine del tempo quaresimale e siamo alle porte della Santa Pasqua. Una festa che quest’anno viviamo in modo diverso, forse più essenziale e profondo senza correre nei centri commerciali per regali e ricchi pranzi. Il messaggio pasquale di speranza è vivo in noi più che mai, nonostante le paure e le angosce: siamo convinti che da questo virus  e attraverso di esso “RISORGEREMO”.

Abbiamo sentito la necessità di condividere con i ragazzi e volontari un momento di preghiera e di affidamento. E’ nata contestualmente l’idea di fare realizzare ai ragazzi delle uova pasquali  e di chiedere al nostro parroco don Gigi di benedirle, come si fa tradizionalmente in chiesa il sabato santo. Questo è stato possibile tramite un programma di incontro telematico (Hangouts Meet). Ci siamo resi presto conto che eravamo proprio tanti davanti al pc o cellulare: hanno partecipato nonni, zii, cugini, nipoti e amici vari, tutti desiderosi di incontrare Gesù e di ricevere una benedizione speciale .

Durante i giorni precedenti ci siamo sperimentati nella decorazione creativa e fantasiosa delle uova che, quel sabato, abbiamo mostrato davanti alla telecamera a tutti sin dall’inizio dell’incontro. Il laboratorio dei lavoretti, vissuto durante l’anno, certamente ha aiutato nel confezionamento delle uova. Successivamente siamo stati introdotti al momento più serio con la canzone “La vostra gioia sia piena” che ha preceduto l’intervento di don Gigi. Lui ha benedetto le uova e tutti noi presenti e ci ha regalato, con le sue parole, tanta serenità e coraggio: ci ha consegnato un’immagine di Gesù prima CROCIFISSO ma poi RISORTO. Anche le stesse uova e la cura con la quale le abbiamo dipinte sono simboli di VITA!

Uova decorate
Uova di Pasqua benedette on line

Se è vero che tanto dolore stiamo vivendo, è anche certezza che non siamo soli, che Gesù è con noi e che dopo aver attraversato il buio si vede sempre una Luce più luminosa!

Con questa carica di speranza e fiducia ci siamo fatti gli auguri reciproci di una serena Pasqua! Nonostante la lontananza fisica, ci siamo sentiti davvero uniti…le nostre case sono diventate chiese domestiche!

Volontaria presso l'associazione dal 2017. Impegnata nelle attività di teatro danza, ballo e eventi all'aperto. Editrice del blog.
Articolo creato 14

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto