pizzata pnline

Un pizzata in compagnia… online!

In occasione della Pasqua i ragazzi diversamente abili hanno espresso il desiderio di vedersi per mangiare una pizza e scambiarsi gli auguri. Un gruppo di volontarie l’ha reso possibile organizzando una pizzata online.

Dato il prolungarsi dell’emergenza pandemica per i ragazzi diversamente abili sono pochissime le occasioni per incontrarsi e trascorrere del tempo insieme facendo due chiacchiere. Per far fronte a questa esigenza, da circa un mese alcune volontarie dell’associazione “Ci sono anch’io” si sono proposte per condurre un laboratorio di socializzazione tra i ragazzi diversamente abili. Fin dal primo incontro ha riscosso un grande successo tra le famiglie e si è inserito come appuntamento fisso il mercoledì pomeriggio accanto agli altri laboratori. Durante questi pomeriggi le volontarie propongono giochi, attività espressive e favoriscono momenti di dialogo tra i partecipanti. In questo modo le volontarie, oltre a stimolare la fantasia e la creatività di ciascun partecipante, lo aiutano ad esprimersi al meglio, creando uno spazio in cui far emergere le emozioni di ciascuno. Il laboratorio è diventato anche un momento di incontro con i ragazzi diversamente abili della Comunità Alloggio “Famiglia” di Treviglio che ogni settimana non vedono l’ora di connettersi con noi per trascorrere del tempo insieme. Mediante il canale virtuale infatti è possibile abbattere le distanze ed entrare in contatto con tante altre persone indipendentemente dal luogo in cui ci si trova o dai mezzi di trasporto che si hanno a disposizione

laboratorio di socializzazione
I nostri ragazzi si divertono durante il laboratorio di socializzazione

In uno degli ultimi incontri le volontarie hanno proposto ai ragazzi di realizzare dei disegni pasquali e, dopo averli mostrati, ognuno ha raccontato come avrebbe voluto trascorrere quel giorno di festa. Tutti hanno espresso il desiderio di volersi incontrare di persona, scambiarsi gli auguri e mangiare una pizza insieme. Al momento sembrava un sogno irrealizzabile ma dopo un’attenta riflessione le volontarie sono riuscite a fare di necessità virtù e a organizzare l’evento “Pizza online”. Mercoledì 31 marzo, infatti, sono stati invitati i ragazzi diversamente abili, i volontari, le famiglie a partecipare all’incontro del laboratorio di socializzazione che si è trasformato in un invito a una cena virtuale. Ognuno dalla sua abitazione ha ordinato la pizza, qualcuno ha cucinato, altri hanno preparato anche un dolce, altri ancora hanno indossato un bell’abito e hanno apparecchiato con cura la tavola. Tutti insieme ci siamo incontrati alle 19 per cenare in compagnia ma prima di iniziare abbiamo scoperto di avere un ospite a sorpresa: Don Gigi, il parroco di Morengo.

benedizione
La benedizione di Don Gigi

Lui ha celebrato una breve benedizione e insieme abbiamo pregato ad alta voce sentendoci più vicini come se le nostre mani si toccassero quando abbiamo recitato il “Padre nostro”. Dopo di che ognuno ha consumato la propria cena tra chiacchiere spensierate, risate e tanti sorrisi. La serata si è conclusa con la speranza di poterci presto vedere per mangiare una pizza insieme e poter stare vicini senza avere uno schermo di mezzo. Tuttavia finché non sarà possibile la nostra associazione continuerà a cercare tutte le strategie per far sentire i ragazzi vicini e mai soli.

L’associazione “Ci sono anch’io” augura che la Pasqua porti gioia e serenità nelle case e nei cuori di tutti.

Volontaria presso l'associazione dal 2010. Membro del direttivo. Responsabile del Laboratorio di Teatro Danza. Editrice del blog.
Articolo creato 13

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto